Giacche per la primavera estate 2015

Ora che le temperature ci hanno finalmente consentito di mettere via i cappotti e le giacche pesanti, possiamo dare un’occhiata a soprabiti leggeri, giubbini e giacchette da indossare in questa coda di primavera e nelle fresche sere d’estate.

Ho selezionato 5 modelli che potrebbero fare al caso nostro, modaioli, ma versatili quanto basta per essere indossati in diverse situazioni.

Il bomber. Classico giubbotto dei piloti americani, molto in voga negli anni ’80, si reinventa con tessuti e fantasie ultra femminili. Haider Ackermann lo propone in raso rosa, Stella McCartney e Dolce E Gabbana in seta con fantasie floreali, Alexander Wang in cotone stampato.

L’elastico in vita non sta bene a tutte, ma non è un grosso problema, perchè il bomber quest’anno si porta aperto!

La giacca decorata. Lo stile è quello immortale di Chanel, i tessuti e i colori del tutto nuovi.

La tendenza è stata lanciata qualche anno fa dal brand Isabel Marant,  si ispira allo stile delle donne francesi, con giacche di lana e cotone dal taglio sartoriale, con applicazioni sulle maniche, sul bordo e sul collo.

Kate Bosworth a Coachella ha sfoggiato una giacca di Etro con applicazioni in stile Navajo. Se vi sembra troppo sopra le righe potete optare per modelli decorati, ma un po’ meno vistosi.

Il kimono. Da qualche anno è entrato di diritto nel guardaroba occidentale, dimostrando una vocazione decisamente urbana.

In seta per l’estate o broccato per l’inverno, può essere indossato come cardigan o come soprabito, creando gli effetti più vari: per dare carattere a un outfit molto semplice, come nel caso di Kristina Bazan, per completare un look femminile ed elegante, o anche per scombinare un abbigliamento ultra casual con un tocco di creatività.

Ultimo, ma non ultimo utilizzo, quello come copricostume.

La giacca senza maniche. Il taglio è maschile, ma questo modello è perfetto con abiti corti e shorts.

Leandra di Manrepeller lo declina in versione trench, con pantaloncini neri di pelle, Olivia Palermo lo osa in giallo su un abito asimmetrico.

Se non vi sentite a vostro agio col giro manica, sappiate che non è necessario lasciare le braccia scoperte: la giacca senza maniche è perfetta anche con abiti dalla manica a tre quarti o con jeans e camicia.

Il giubbino di jeans. Sfido chiunque a dire di non averne mai posseduto uno. Quest’anno il giubbotto in denim è vintage, ripescato dagli anni ’80, dal look dei paninari.

Chiaro e oversize, quindi, ma da indossare con gonne a tubino o a campana, con pantaloni palazzo e tacchi alti, in un mix di casual e chic molto adatto sia alle serate fuori che all’ufficio.

Parla alla tua mente

*