Autunno: look di ispirazione folk

I 7 capi indispensabili per seguire la tendenza folk autunnale.

Gli stilisti sono sempre stati attratti dalle tradizioni dei diversi paesi e hanno attinto a piene mani dai costumi tradizionali, riproducendo atmosfere, modernizzando, concettualizzando, semplificando. Anche questo autunno le passerelle e gli editoriali di moda ci propongono un nutrito filone folk, complice l’ascesa di giovani designer come Stella Jean e Olga Vilchenko e il consolidarsi di nomi storici e tradizionalmente amanti del folk come Marras, Etro, Dolce e Gabbana.

Seguire questo mood non è difficile né particolarmente dispendioso, ma è necessario chiarirsi le idee sul risultato da ottenere. Spesso infatti tendiamo a confondere il folk con lo stile bohemian o hippy; niente di più sbagliato: il folk non abbina i capi a caso, ma prende ispirazione dalla tradizione popolare di un determinato paese. Decidete a quale tradizione volete ispirarvi e cercate poi di riprodurne il mood in chiave contemporanea.

Vi propongo dunque 7 elementi essenziali che possono aiutarvi a creare un look di ispirazione folk (che non assomigli a un travestimento di carnevale), ma con vocazione urbana.

  1. Innanzitutto vi serve un cappello. Di feltro, da indossare con un foulard sotto, sistemato a mo di bandana. E qui Stella Jean docet! Basta questo elemento, abbinato a un blazer e ai jeans per far cambiare radicalmente aspetto ad una mise ordinaria.
  2. Una bella mantella. L’anno scorso Burberry proponeva la mantella- coperta, riproposta anche da alcuni marchi di fast fashion come Zara. Per un look casual, ispirato ai gauchos a cavallo vi consiglio di optare per un poncho, mentre se avete in mente atmosfere più eleganti e femminili scegliete una cappa, elegantissima e retro, da indossare anche su abiti e gonne lunghe.
  3. Una treccia posticcia. Ricorda le acconciature tradizionali dell’est europeo e non richiede operazioni complicate.
  4. Uno scialle con le frange, meglio se con ricami o stampe floreali. Si può indossare in maniera tradizionale o semplicemente come sciarpa.
  5. Un paio di stivaletti stringati al polpaccio. Vengono chiamati ankle boots e si possono utilizzare sia con le gonne che con i pantaloni; sono perfetti con le gonne lunghe (vedi punto 7)
  6. Un maglione di lana. Se avete la fortuna di saper lavorare a maglia confezionatelo da sole, altrimenti compratene uno dall’aspetto rustico, da indossare nelle giornate fredde, come le massaie russe e i pescatori delle Aran.
  7. Una gonna lunga. Tutti i costumi tradizionali femminili prevedono l’uso di gonne lunghe, dallo stile zarina fino alle tradizioni del bacino del Mediterraneo. Indossatela senza paura anche in città, stando attente a valorizzare le proporzioni: sopra preferite capi corti e non troppo ampi, che scongiurino l’effetto fagotto.

That’s all folks!

Parla alla tua mente

*