Indossare due borse

Un vezzo da vip o un’idea da copiare? Dipende! Sono sicura che a molte di voi sia capitato di andare in giro con la borsa “istituzionale” e contemporaneamente con una shopper in cui mettere il pranzo,o semplicemente una cartella per i documenti nelle giornate di lavoro.

Personalmente indosso spesso due borse, ma nel modo più sbagliato possibile, dettato da una pigrizia cronica: semplicemente infilo la borsa più piccola, quella che uso tutti i giorni, in una borsa più grande, per evitare di svuotarla. Ma voi non fate come me!

Essenzialmente le opzioni, vere, quando si vogliono indossare due borse sono tre:

  1. borsa grande + borsa piccola a tracolla,
  2. due borsette identiche accoppiate,
  3. borse coordinate.

Le coordinate sono il must di questa stagione, anche se le avevamo viste in giro anche lo scorso anno. Si tratta di borse pensate per essere indossate insieme, una più grande e l’altra più piccola; quest’ultima si attacca spesso sul manico della più grande, fungendo quasi da elemento decorativo o da portafogli esterno.

Le borsette accoppiate sono entrambe piccole e se non sono identiche, hanno solo una differenza di colore. Si possono indossare sulla stessa spalla, una sull’altra o di fianco, oppure, come fa Mira Duma, incrociate .

Infine l’opzione più comoda, ma anche quella che offre più spunti di fantasia: indossare due borse scoordinate ad arte. Perché la cosa sia fattibile è necessario che una delle due possa essere messa a tracolla e l’altra portata a mano, o, se entrambe vengono portate a mano, che abbiano i manici abbastanza piccoli da potere essere impugnati contemporaneamente.

L’accoppiata tracolla + shopper a me pare vincente: nella prima si possono tendere il telefonino, il portafogli e il biglietto dell’autobus, nell’altra tutto l’occorrente per affrontare una giornata fuori casa.

Come comportarsi con forme e colori?
Secondo me basta mettere insieme due tonalità che si sposano bene fra loro e fare attenzione a che qualche particolare di una ricordi l’altra, basterà una fibbia, una tracolla o semplicemente un particolare nella forma!

Commenti

  1. evvai! scopro di essere molto trendy e modaiola e di rispecchiare l’opzione comoda e fantasiosa: due borse scoordinate ad arte (veramente qui si direbbe di più due borse accoppiate “ad minchiam”)!!!
    in genere per comodità uso tracolla (tipo Kipling, leggera e multitasche) più borsa a mano colorata e con fondo piatto rigido per contenere cibi, libri, acqua, ombrello e varie amenità

  2. la mia “seconda borsa” è una shopper di tela rossa de La Feltrinelli!!! che ne dite?

  3. Da buona minimalista è un trend che apprezzo più sulle altre che su me stessa; però, se proprio dovessi, opterei per una borsetta a tracolla piccina su una spalla e una cartella da lavoro nell’altra.

  4. Sento l’impellente necessità di avere anche io due borse. Adesso ne ho una a sacco enorme, dove c’è dentro di tutto, e che pesa settordici chili, perché butto tutto dentro senza mai togliere. Invece una borsina piccola mi farebbe comodo per chiavi, cellulare e piccolo notes.

  5. mistrapiaceeeeeeeee!!!! Al momento esco con borsa grande (contenente di tutto di piu’ dal portamonete ai documenti alle chiavi al cellulare e scontrini e guardando attentamente sul fondo ….della serie :HO VISTO COSE…..) e shopper (contenente tutto cio’ che mi necessita in ufficio dal pranzo alle medicine per le emergenze…e anche qui quando svuoto tutto O.O …..vabe’ soprassediamo^___^) e come se non bastasse le due borse sono molto MA MOLTO MA PROPRIO
    T A N T O SCOORDINATE….evito di riferirvi i colori perché me ne vergogno proprio MA DA DOMANI SI CAMBIA, dai che ce la posso fare….questo post mi ha dato la spinta e giacche’ ho anche delle belle tracolline che utilizzo solo quando sono di cerimonia vediamo di rispolverarle e di darle nuova vita!!!!

  6. beh, c’è “due borse” e “due borse”
    la tendenza delle due borse (ma DUE BORSE VERE, tipo la tizia dell’ultima foto) la vidi in giappone nel 2008; moltissime ragazze andavano in giro proprio così, con due borse di dimensioni medio grandi, tipo due prada, due vuitton, due gucci, perchè si sa che le giapponesi amano i marchi.
    la cosa mi lasciava abbastanza perplessa già allora e per fortuna non è una moda che abbiamo importato
    🙂
    io giro con “due borse”, ma una è la borsa con le mie cose, l’altra è quella del lavoro, con dentro agenda, computer, quaderno appunti e documenti del lavoro. da quest’ultima levo pochissima roba, tanto il contenuto è sempre lo stesso, documento più, documento meno…
    ma non andrei mai in giro con due borse senza scopi diversi.

    poi, dentro LA BORSA (quella con le chiavi di casa per intenderci 😉 ) c’è una mini pochette con i telefoni della dimensione di quelle delle prime foto, ma non la conto come “seconda borsa” (che poi sarebbe la terza…)

    su di me ultimamente sta prevalendo, nel tempo libero sopratutto, la borsa di dimensioni medio piccole.
    giro tutta la settimana carica come un asino, così quando esco nel weekend (non la sera, anche durante il giorno) riduco le dimensioni: mini portafogli, telefoni e chiavi e burro di cacao…oddio, sarà mica una scusa per comprarmi altre borse più piccole dopo anni di maxi borse?
    😀

  7. una scusa per una borsa la si trova sempre!
    e poi non è una scusa, si tratta di un utilizzo alternativo della dimensione

Parla alla tua mente

*