5 ricette light per chi non sa cucinare

Per chi non sa cucinare, o semplicemente non ne ha il tempo e la voglia: ricette facili per mangiare light, e senza sporcare troppo la cucina.

5-ricette-light-per-chi-non-sa-cucinare

Una cucina light non solo negli ingredienti e condimenti, ma anche nell’ordine e pulizia: una pentola a ricetta, e minimo sforzo possibile. Nonostante questo, tutti piatti che non ci faranno rimpiangere la cucina elaborata.

Per tutti quei momenti in cui non c’è altro da fare che pedalare, e concentrarsi sul resto delle cose: lavoro, famiglia, soldi, casa… senza crearsi ulteriori problemi della vita anche in cucina.

Comfort food, sì, ma confortante davvero: di quelli che ti fanno vincere facile… perché tutto è già abbastanza complicato senza aggiungere complicazioni.

5-ricette-light-per-chi-non-sa-cucinare

Antipasto: bruschette piccanti di ceci al pomodoro
Mettiamo a scaldare in una pentola alta un cucchiaio di olio con mezza cipolla bianca o gialla, del peperoncino e un cucchiaio di concentrato di pomodoro. Aggiungiamo 3 cucchiai di acqua e lasciamo cuocere le cipolle lentamente, mescolando di tanto in tanto, finché sono ben tenere (5 minuti). Versiamo all’interno della pentola una scatola di pelati bio, e schiacciamoli grossolanamente con la forchetta (senza schizzarci), e facciamoli asciugare un poco (5 minuti). Laviamo i ceci e scoliamoli bene, aggiungiamoli al sugo e facciamo cuocere per altri 5 minuti. Se ci piace, questo è il momento di aggiungere un cucchiaino di cumino in polvere.
Infine aggiustiamo di sale, aggiungiamo basilico fresco e serviamo con altro peperoncino a parte.

5-ricette-light-per-chi-non-sa-cucinare

Primo: zuppa di lenticchie allo zenzero
Laviamo molto bene sotto l’acqua corrente, con un colino fitto, le lenticchie rosse (circa una tazza per due persone). Tritiamo un centimetro di zenzero con mezzo spicchio di aglio (potete ometterlo) e 5 centimetri di porro. In una pentola alta, facciamo soffriggere il trito di porri e zenzero con un cucchiaio di olio, due cucchiai di acqua e 1 cucchiaio di brodo di pollo. Aggiungiamo le lenticchie, facciamole tostare 2 minuti, poi aggiungiamo circa 2 tazze di brodo di pollo (potete far semplicemente bollire una coscia di pollo in acqua, con carota, sedano e cipolla e una foglia di alloro) – oppure acqua bollente. Lasciamo cuocere circa 10 minuti, aggiustiamo di sale e, quando le lenticchie sono morbide (le lenticchie rosse si spappolano da sole) frulliamole, o schiacciamole grossolanamente. Serviamo con pepe bianco macinato al momento e, se ci piace, con un cucchiaio di latte di cocco oppure di yogurt magro non zuccherato.

5-ricette-light-per-chi-non-sa-cucinare

Secondo: frittata al forno ai funghi e parmigiano
Sbattiamo 5-6 uova, condiamole con sale, pepe e un poco di prezzemolo tritato grossolanamente. Versiamo il composto in una teglia da forno coperta di carta da forno. Aggiungiamo 8-10 funghi champignons puliti e tagliati a fettine e un pizzico di sale. Cuociamo in forno a 180 gradi per circa 12-15 minuti.
Quando la frittata è ancora calda, prima di servirla, aggiungiamo poco parmigiano grattato.

5-ricette-light-per-chi-non-sa-cucinare

Contorno: Asparagi croccanti con lo speck
Puliamo gli asparagi eliminando la parte terminale del gambo e pelando il gambo stesso, alla base, con un pelapatate. Ammorbidiamo gli asparagi al vapore per 5 minuti (al microonde, oppure in vaporiera), lasciandoli ancora sodi. Arrotoliamo gli asparagi a mazzetti di 2-3 gambi, usando una fetta di speck, pancetta, bacon o prosciutto crudo (a piacimento). Adagiamoli su una teglia, condiamo con poco sale e timo, e cuociamo in forno a 180 gradi per circa 12 minuti.

5-ricette-light-per-chi-non-sa-cucinare

Torta facile panna e fragole
Ci sono tante alternative al pan di spagna fatto in casa: usare quello pronto, ad esempio. Oppure mettere questo dolce in una grande coppa di vetro, e usare come pandispagna una tortina alla vaniglia già pronta, tipo torta paradiso da tagliare a fette.
Oppure fare la sfoglia in casa: prendiamo uno o due dischi di pasta sfoglia, ritagliamo dei cerchi (o ancora meglio 4 rettangoli da un solo disco), spennelliamoli con pochissimo burro, bucherelliamo con la forchetta e copriamo con un foglio di carta forno e poi con un peso: una seconda teglia, o dei fagioli secchi. Cuociamo 10-15 minuti fino a doratura. Aggiungiamo pochissimo zucchero a velo su ogni sfoglia. Montiamo insieme circa 300 grammi di formaggio spalmabile (philadelphia, ma non light: Nigella dice che ci ha provato e niente da fare) con 50 grammi circa di zucchero a velo. Possiamo evitare il formaggio ed usare semplicemente dello yogurt greco molto denso, mescolato con poco miele.
Facciamo gli strati alternando sfoglia, crema bianca e fragole sciroppate (o anche ciliegie sotto spirito o frutta sciroppata in barattolo, come i fichi o le amarene).

Mi dite i vostri jolly light in cucina, per quelle sere in cui vi sentite negati a fare qualsiasi cosa, ma poi alla fine vi ricordate di non essere affatto male?

Parla alla tua mente

*