Come applicare il correttore

Il correttore è uno dei più validi e funzionali prodotti di make up che voi possiate avere! Si è sempre pensato che il correttore servisse solo per coprire le occhiaie e le imperfezioni, invece, conoscendolo meglio, ci possiamo rendere conto delle innumerevoli funzioni e utilizzi che può avere e le mille situazioni da cui ci può salvare!

come-applicare-correttore-occho-occhiaie

Per sfruttare al meglio le potenzialità del correttore dobbiamo seguire delle semplici regole:

  1. Preparare la pelle: non pensate di poter applicare il correttore sulla pelle priva di idratazione e nutrimento, non fareste altro che peggiorare i difetti del vostro viso! Stendete una buona crema idratante e un contorno occhi capace di distendere i tratti e appianare le rughe, in questo modo il correttore non si andrà a infilare nelle pieghette sotto gli occhi e non andrà a seccarsi mettendo in evidenza pellicine e striature.
  2. Usare tonalità e consistenze diverse in base alle zone di applicazione: per le occhiaie avrete bisogno di un correttore abbastanza morbido di una tonalità più chiara rispetto al resto del viso per cercare di illuminare e rendere meno visibili le occhiaie, per i brufoli dovrete usare dei correttori più compatti e dello stesso colore del viso altrimenti non farete altro che mettere ancora più in evidenza le imperfezioni.
  3. Sfruttare la teoria dei colori complementari: il verde copre i rossori, l’arancione copre il bluastro delle occhiaie, il correttore lilla attenua discromie e i coloriti tendenti al giallo o al verde come le pelli asiatiche e quelle olivastre.
  4. Distribuire il correttore su tutta la zona che si vuole coprire: i correttori, soprattutto quelli compatti e pastosi, sono difficili da stendere e impossibili da diffondere, quindi non applicate il correttore solo in un punto cercando poi di trasportarlo in altre zone con le dita; è meglio applicare il correttore su tutta la zona e poi picchiettarlo con le dita per distribuirlo e renderlo omogeneo.
  5. Fissare il correttore con la cipria: a molte di noi non piace l’effetto polveroso che alcune cipria danno al viso, ma sono necessarie per fissare e bloccare il correttore lì dove lo abbiamo applicato ed evitare che si diffonda per tutto il viso o che si sciolga. Stendete la cipria solo nelle zone in cui avete applicato il correttore, utilizzate dei pennelli morbidi per ottenere un risultato naturale e per nulla polveroso.

Una volta apprese le regole fondamentali, possiamo scoprire piccoli trucchetti per usare il correttore in maniera diversa e regalarci una pelle priva di imperfezioni tutti i giorni!
Applicate sempre il correttore prima del fondotinta, in questo modo i pigmenti contenuti nel fondotinta andranno già ad attenuare imperfezioni e occhiaie e potrete applicare solo piccole quantità di correttore lì dove è necessario.

Come-applicare-il-correttoreFoto1, foto2, foto3

Per coprire le occhiaie non vi limitate alla zona scura, ma distribuite il correttore in modo da creare un triangolo con la base sotto i vostri occhi e la punta rivolta al centro delle guance; questo aiuta a rendere la zona omogenea e luminosa senza rischiare di creare netti stacchi di colore e gli antiestetici cerchi intorno agli occhi come i panda!

Il correttore deve essere sfumato e distribuito in maniera impeccabile per evitare accumuli di prodotto, macchie e segni, il modo migliore?
Utilizzate una spugnetta da fondotinta; applicate il correttore e picchiettatelo con la spugnetta inumidita.
Lo stesso strumento può essere utilizzato anche per fissare il correttore prelevando e applicando la cipria con la spugnetta; il risultato sarà coprente ma naturale, il correttore non andrà a infilarsi nelle pieghe e rimarrà lì per molte ore senza muoversi.

Usate il correttore come primer per ombretti e pigmenti in polvere, ma anche per uniformare la palpebra se volete lasciarla al naturale. Stendete un po’ di correttore chiaro sulla palpebra e sfumatelo con un pennellino fino a sotto l’arco sopraccigliare in modo da rendere omogenea la superficie; in questo modo gli ombretti che andrete ad applicare successivamente saranno più intensi, i colori più vibranti e rimarranno ben fissati per diverse ore.
Se invece volete lasciare la palpebra al naturale, dopo il correttore applicate un velo di cipria per fissarlo ed evitare che si infili nella piega dell’occhio.

Usate un correttore chiaro come illuminante per mettere in evidenza alcune zone e per rendere più armoniosa la forma del viso. Nell’immagine potete vedere quali sono i punti in cui applicare l’illuminante: nella zona T, quindi in mezzo alla fronte, sul dorso del naso, sull’arco di cupido e al centro del mento; per quanto riguarda gli occhi dobbiamo andare ad illuminare l’angolo interno, la parte centrale della palpebra, se non dobbiamo applicare ombretto, e sotto l’arco sopraccigliare; sulle guance invece andremo a creare il triangolo per le occhiaie e due strisce oblique che partono da sotto alle orecchie e arrivano quasi sotto ai lati della bocca, dobbiamo mantenerci qualche centimetro sopra alla mandibola.

Ultimo consiglio: nel vostro beauty non possono mancare diversi tipi di correttori in diverse tonalità per sfruttare al massimo le proprietà dei correttori!

Ricordate che quelli in crema e in stick offrono maggiore coprenza quindi sono adatti per il contouring, per coprire i brufoli e occhiaie molto marcate e hanno un finish opaco; i correttori liquidi, quelli in penna e quelli in tubetto con applicatore sono meno coprenti, si sfumano facilmente, sono perfetti per illuminare le occhiaie e il viso, hanno un finish luminoso e possono essere stratificati senza appesantire.

Parla alla tua mente

*