Come vestirsi sotto la pioggia ed essere impeccabili

Piove a dirotto ed è già buio. È l’autunno, baby! Direte voi. Sarà. Ma oggi, complice una giornata lunga e pesante, l’idea di starmene seduta sul divano in plaid e ciabatte, sorseggiando tè bollente, è l’unica che ho in mente.

Domani sarà di nuovo brutto, lo annunciano le previsioni in TV e so già che domattina la sveglia suonerà e io mediterò per 3 secondi di spegnerla e girarmi dall’altra parte. Ma poi non lo farò, mi laverò la faccia, mi preparerò un caffè e andrò a correre.

Poi, come a tutti, mi toccherà anche andare al lavoro. E quello sarà il momento in cui, presa dallo sconforto della pioggia battente, mi vestirò come una scappata di casa, salvo poi accorgermi, al bar dove prenderò il già “ennesimo” caffè, che ci sono donne che sono perfette e hanno i capelli in ordine anche quando piove.

Come diavolo fanno? Me lo sono chiesta per anni, poi mi sono data la più banale delle risposte: semplicemente si attrezzano.

Il kit da sonoperfettaanchequandopioveanzidipiù prevede alcune cose fondamentali che noi donne disorganizzate tendiamo a non considerare, non comprandole o scegliendole senza cura.

Innanzitutto gli stivali, da pioggia ovviamente.
Quante di voi ne hanno un paio? Eppure ce ne sono di carinissimi, colorati, con applicazioni e perfino col tacco.

Poi l’ombrello. Beh, quello ce l’abbiamo tutte, ma poche lo comprano pensando ad abbinarlo all’outfit.
Eppure un ombrellino stiloso può davvero fare la differenza, specie durante un temporale, quando sarà l’unica cosa che potrete mettere in mostra.

Per quanto riguarda i soprabiti la scelta va dal classico trench, al giubbotto cerato, fino al k way.
Se vi siete vestite per bene e la pioggia vi sorprende, comprate una mantellina impermeabile completamente trasparente, che vi proteggerà senza rovinarvi il look.

Infine il cappello. Consiglio di evitare lo stile pescatore della domenica e il berretto da monello, che creano combinazioni dagli esiti buffi.
Piuttosto scegliete assecondando la forma del viso e dei capelli; chi si sente diva potrà osare un cappello di panno a tesa larga, per le altre via libera alla cloche, al basco, al borsalino.
E quando il vento soffia forte, c’è sempre il buon vecchio berretto da sciatore: adesso lo chiamano beanie.
Ne esistono innumerevoli versioni: con applicazioni, pompon, scritte, in lana rasata o tricot, sportivi e romantici.

Ormai è ufficiale: la pioggia non nuoce al look, basta solo sapersi attrezzare!

Commenti

  1. mi consolo, pensavo di essere l’unica pazza che coordina anche l’ombrello
    Mi permetto poi di suggerire un altro must dell’eleganza sotto la pioggia: le scarpe di vernice! Piede asciutto e nota brillante, il che – se non si esagera col resto – nelle giornate grigie non guasta

  2. sono d’accordo per le scarpe di vernice, ho questi stivaletti per la pioggia da un po’ ormai e hanno passato l’esame e UDINE

  3. ecco, ho ritrovato la mia descrizione perfetta! nel bar dove entro quando arrivo, così, tanto per gradire, c’è una parete intera di specchi……..che fra l’altro riflette nella parete lucida alle spalle del bar…..e quindi ho modo di vedere come sono messa (ridotta?) fronte/retro….un trauma subito al mattino!
    io ho voglia di un ombrello trasparente ma bello!

  4. Mi piace l’idea di mettere una mantellina trasparente DOVE LA POSSO TROVARE senza lasciarci un rene????
    Grazie!
    Mary

    • aggiungo un pezzo: ho curiosato su vari siti in cerca degli stivali di gomma…da dechatlon vendono ad un prezzo stracciato quelli da cavallerizza, sono alti, neri di gomma….secondo voi potrebbero andar bene?????

  5. Stamattina pioveva a dirotto ed avevo abbinato tutto dalle scarpe all’ombrello poi con una cartella pesantissima e una passeggiata per vicoli dove uscivano le acque risucchiate dalle pompe nelle cantine degli edifici e quelle che venivano convogliate dalle grondaie ero zuppa, poi mi hanno rubato l’ombrello fuori da un ufficio e quindi sembravo una scampata ad un tifone, quindi alla faccia della dieta, cappuccino e un delizioso biscottone con crema cheesecake e frutta secca, guardandomi nello specchio del locale ero un disastro ma con un meraviglioso sorriso di soddisfazione. Comunque i miei stivali da pioggia (un modello oltre il ginocchio con la parte superiore di tessuto imbottito) si sono rovinati (il tessuto cade a pezzi e mostra l’imbottitura) e l’ombrello nuovo è andato. Quindi urge correre ai ripari.
    Ho una mantellina a poncho ripiegabile con cappuccio ma è blu come mi consigliate di accessoriarla per la mezza stagione
    Per l’ inverno ho deciso piumino nero con decorazioni interne fucsia, stivali neri a prova di tutto (modello con suola carrarmato e tacco 7 cm largo comodissimi e a prova di bomba d’acqua) borsa e sciarpa fucsia che ne dite? L’altro ombrello che ho è nero, piccolino con il manico a forma di macchinina rossa ma in fondo è un dettaglio e poi rosso e fucsia sono stati sdoganati…

Parla alla tua mente

*