Make Up: La tecnica del Baking

Quando si parla di make up non si è mai abbastanza aggiornate e si scopre che nuove tecniche di trucco sono già pronte dietro l’angolo.

 contouring-baking-trucco-per-fotografie
Solo ora stavate cominciando a familiarizzare con il contouring e già dovete approcciavi ad una nuova tecnica: il Baking!

Che cos’è?

È una tecnica di trucco studiata e pensata soprattutto per le foto: fa apparire il viso liscio e privo di imperfezioni. Come al solito la persona che ha portato il baking al suo successo è la famosissima Kim Kardashian, o meglio il suo stimato truccatore, Mario Dedivanovic, che utilizza la tecnica del baking per assicurarsi che Kim appaia al suo meglio, impeccabile, sotto le forti e luminose luci delle macchine fotografiche che la immortalano agli eventi mondani.

Come si fa?

Si tratta di strati e strati di correttore e cipria da applicare sotto gli occhi e poi di un periodo di riposo per far aderire le polveri e i prodotti sulla pelle.
Ma andiamo passo passo!

Per prima cosa bisogna applicare un abbondante strato di crema per il contorno occhi e lasciare assorbire per qualche minuto; in questo modo andremo ad idratare la zona in maniera ottimale e la prepareremo alla successiva applicazione di prodotti e polveri.

Poi applichiamo il correttore in uno strato abbastanza spesso, partendo dalla zona interna e spostandoci verso le tempie, creando un triangolo; stendiamo e sfumiamo il prodotto con l’aiuto di una spugnetta umida o con un pennello da correttore.

Adesso applichiamo un altro strato di correttore, questa volta però ne sceglieremo uno più leggero e luminoso del precedente; sfumiamo bene con una spugnetta.

È arrivato il momento della cipria: scegliete una cipria finissima, in polvere libera, appositamente studiata per fissare il correttore e applicatela con un pennello grosso dalle setole morbide.

Dopo il primo strato di cipria che vi avrà assicurato il fissaggio del correttore, potete proseguire con un secondo strato di cipria, che è il vero e proprio baking: inumidite una spugnetta, immergetela nella cipria e applicate con pressioni forti e decise strati e strati abbondanti di cipria nella zona del contorno occhi.

Adesso non ci resta che lasciare riposare, o meglio “cuocere”, il correttore e la cipria per almeno una ventina di minuti; passato questo tempo di posa possiamo andare a spolverare la zona con un pennello morbido e pulito, in questo modo elimineremo l’eccesso di prodotto e ripuliremo la zona.

La tecnica del Baking vi permetterà di avere un incarnato uniforme, perfetto, quasi di porcellana, ma solo se ben fatto, perché se il correttore non viene steso bene e va a finire nelle pieghette, se la cipria non viene eliminata del tutto, vi ritroverete con un viso segnato e dimostrerete anche qualche anno in più!

Di certo non è una tecnica da utilizzare tutti i giorni, non solo per il troppo tempo che si impiega per realizzarla, ma anche perché l’effetto si apprezza maggiormente di sera e con le luci artificiali, mentre di giorno rischia di farvi sembrare delle bambole di porcellana.

Detto questo, vi consiglio di provare a realizzare il baking in occasione di una serata speciale o di una cena romantica a lume di candela e di scattare qualche foto per immortalare il momento: vi stupirete di come le vostre occhiaie saranno solo un brutto ricordo e di come apparirà levigato e stirato il vostro contorno occhi!

Provare per credere!

Parla alla tua mente

*