Aprendo i bauli

Scrivo in diretta dalla mia cameretta da adolescente, la mia cuccia insonorizzata, la mia bolla di sapone lontana dal mondo, dove leggevo Tolstoj, mangiavo nutella e scarabocchiavo poesie. E dove sognavo vestiti da Rossella O’Hara e collezionavo cappelli strani. Sono di passaggio, ma ho fatto scorta di ricordi, di sapori e di cose vere. I […]

…e perché Traschic, secondo me

Perché voglio dare dignità di parola ai pensieri frivoli, ‘ché ci sono anche quelli per fortuna! Perché voglio dire la mia dalla parte delle donne normali, con un corpo normale, con dei difetti normali, con un budget normale, ma con la propria idea di stile e femminilità.